APRE IL GIARDINO BOTANICO DI PALAZZO DI VARIGNANA

Pubblicato il 1 ottobre 2015
Un giardino di circa tre ettari che fa parte del network Grandi Giardini Italiani
Palazzo di Varignana Resort & SPA, destinazione esclusiva sui colli di Bologna, amplia il proprio parco di 28 ettari con una nuova area: il Giardino di Palazzo di Varignana, parte di Grandi Giardini Italiani www.grandigiardini.it.

Immerso nello scenario della campagna emiliana, il giardino di Palazzo di Varignana occupa una superficie di circa tre ettari, in cui la campagna, la natura e il resort si fondono.

“Siamo orgogliosi di presentare Il Giardino di Palazzo di Varignana, – spiega Vittorio Morelli General Manager del Resort– E’ un nuovo importante ampliamento che sottolinea l’impegno della Proprietà a investire sul territorio e a valorizzare sempre più la Regione e le sue bellezze.”.

L’inaugurazione si è svolta il 20 settembre 2015 con un open day dedicato alla “meraviglia” e alla “fantasia”, confezionato prendendo spunto dalla fiaba Alice’s Adventures in Wonderland. L’inaugurazione è stata anche un’occasione per presentare Villa Amagioia, una splendida residenza di 380 mq. con piscina privata a sfioro perfettamente integrata nel giardino. Villa Amagioia aprirà nel 2016 riconvertita in due lussuosi appartamenti per coloro che viaggiano alla scoperta della regione.

Il progetto di riqualificazione è stato affidato a Sandro Ricci che, in questo progetto, mette a frutto sapere botanico, agronomico e architettonico, dando vita a una singolare armoniosa fusione.
La prima parte del Giardino si scopre superando un piccolo corridoio boscato di frassini e altre piante autoctone, in cui evidenzia il tipico “Giardino all’italiana”.
Un pergolato di meli ornamentali e rose separa il labirinto di nuova realizzazione dalle stanze tematiche: stanze vegetali, divise armoniosamente da  siepi di Ginko biloba, carpini (Carpinus Betulus)  e filari alberati di acero (Acer Campestris), che accolgono cespugli di rose, graminacee e ciliegi ornamentali, cornioli (Cornus Mas), oltre a numerose essenze erbacee perenni e vasche d'acqua di varie forme geometriche. 
Lasciate alle spalle le stanze tematiche, la pergola dei meli ornamentali e rose accompagna il visitatore a un labirinto vegetale - Labirinto Carlico - la cui originalità del disegno deriva dalla sovrapposizione delle siepi di Ilatro (Phyllirea Angustifolia) a un frutteto esistente.

In questo post:
copyright 2016: Gigapublishing