Per ritrovare il benessere ci vuole “Balance”

Pubblicato il 13 ottobre 2011
Parola d’ordine: equilibrio. Alla base dei programmi proposti dall’Adler Thermae Spa Resort c’è la consapevolezza che il benessere si conquista con un lavoro costante e che agisce su più fronti: trattamenti, movimento, alimentazione. “Nella nostra spa operano 45 ooperatri del benessere”, spiega Minnie Romano, spa manager di Adler Resort. “Ognuno di loro ha una propria competenza, per cui ha dovuto seguire una formazione specifica. Ci sono estetiste, massofisioterapisti, osteopati, operatori di trattamenti orientali e discipline per il riequilibrio delle energie - tra cui watsu, water zen, campane tibetane, ayurvedici. Inoltre gli ospiti vengono seguiti da un’equipe di medici ed esperti - un medico estetico, un medico omeopata specialista in nutrizione, un medico indiano, un naturopata, un erborista. Tutto questo per un’offerta a 360 gradi”. Per la prossima stagione, la struttura ha pensato a una gamma di programmi specifici dove gli ospiti sono costantemente guidati dal medico, che rappresenta il loro punto di riferimento per tutta la durata del soggiorno. Ogni percorso viene personalizzato sulla base dei risultati dei test effettuati inizialmente dall’equipe. I programmi “Balance” si suddividono in quattro tipologie: Detox (programma di depurazione), Sovrappeso (per le persone con qualche chilo di troppo), Rejuvaneting (per stare bene “dentro e fuori”) e Mind & Spirit (contro il super stress), a cui si aggiungono due programmi Ayurveda condotti dal medico specializzato in questa antica disciplina orientale: Depurazione Ayurvedica e Rigenerazione Ayurvedica. Inoltre, gli ospiti possono seguire le attività organizzate quotidianamente, come lo Yoga delle ore 8, un appuntamento collettivo vivamente consigliato soprattutto a chi vuole ritrovare calma e tranquillità. “Mentre l’ospite abituale del nostro hotel è la famiglia, chi segue i programmi Balance spesso arriva da solo e ha la possibilità di focalizzarsi su se stesso. Sono percorsi che agiscono molto in profondità, e con l’ospite si crea un rapporto anche sul piano umano. E’ molto utile anche per noi, perché aiutiamo le persone a stare meglio dentro, non solo a livello esteriore”, conclude Minnie Romano. Dopo i 7 giorni di cura, ognuno è invitato a seguire sani stili di vita anche a casa propria. Solo così, infatti, i risultati durano nel tempo.
copyright 2016: Gigapublishing