Relais e Chateaux: due nuove location italiane

Pubblicato il 24 gennaio 2017
La Sommità di Ostuni e il Castello di Guarene entrano a far parte del prestigioso catalogo di dimore di lusso.
Con più di 550 Associati in 61 Paesi, Relais & Châteaux offre una collezione di dimore straordinarie. Chalet in alta montagna, castelli circondati da vigneti, ristoranti gourmet nel cuore di grandi città, ville a picco sul mare o adagiate sulle rive di un romantico lago: un invito al viaggio e alla scoperta che ogni anno si arricchisce di nuove suggestioni ed esperienze. Durante il Congresso Annuale degli Associati, che quest’anno si è svolto a Tokyo, sono stati ufficializzati i nomi di 22 nuovi ristoranti gourmet e dimore di charme che entrano a fare parte della famiglia Relais & Châteaux.

Con il loro ingresso, la mappa dell’eccellenza firmata Relais & Châteaux si arricchisce di nuovi fiori all’occhiello negli Stati Uniti e in Francia, Danimarca, Svizzera, Paesi Bassi, Grecia, Spagna, Cina, Giappone e Nuova Zelanda. Inoltre, per la prima volta l’Associazione dà il benvenuto a una dimora colombiana, Casa Pestagua (Cartagena). Ma anche l’Italia ha fatto la sua parte, con l’ingresso di due location nella prestigiosa famiglia di venues di lusso.

Entra a far parte di Relais & Chateaux La Sommità di Ostuni, esclusiva oasi di pace devota all’Arte dell’ospitalità. Ricavata in una dimora storica del cinquecento, si inserisce armonicamente nel centro storico della città e rappresenta un luogo privilegiato di distensione e scoperta delle tradizioni della suggestiva "Città Bianca". Nel suo ristorante Cielo (1 stella Michelin) Chef Andrea Cannalire conquista gli ospiti con una cucina pugliese raffinata e reinventata: un’esperienza del gusto da vivere sotto le volte in pietra del ristorante o all’aria aperta, tra gli ulivi e gli aranci del giardino spagnolo.

A pochi chilometri da Alba, Castello di Guarene arricchisce la collezione italiana di dimore Relais & Chateaux con la sua suggestiva architettura settecentesca e il meraviglioso giardino all’italiana affacciato sulle Langhe, riconosciute come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Luogo di innegabile fascino e richiamo storico, costituisce una tappa fondamentale dell’itinerario del Barocco Piemontese. La Spa del Castello, con piscina naturale scavata nella roccia, è parte integrante della bellezza del luogo mentre l’antica sapienza gastronomica del Roero e delle Langhe rivive nella carta del ristorante che si distingue per la selezione rigorosa delle materie prime, locali e auto-prodotte, e per la creatività delle proposte culinarie.
In questo post:
© Copyright 2018. Spachoice.net - La tua Guida al Benessere - Privacy policy